«

»

nov 27 2014

Stampa Articolo

Drenaggio

Il DRENAGGIO è una metodica terapeutica propria della medicina naturale, dell’omeopatia e dell’omotossicologia che consiste nella disintossicazione tossinica e omotossinica,nella ripulitura più o meno profonda dell’organismo e del tessuto connettivo in particolare, che già naturalmente viene attuata da una forza vitale interna tendente all’autoguarigione di cui già parla Ippocrate nelle prime fasi della malattia ( 3 fasi umorali e 3 fasi cellulari dell’omotossicologia), ma che può comunque essere potenziata con l’aiuto di adeguati omoterapici e di presidi dietetici ed igienici  ( massaggi – linfodrenaggi – saune – bagni di sole – attività fisica ecc.).

 CONCETTO DI TOSSINA

 PER TOSSINA INTENDIAMO IN SENSO LATO, TUTTO CIO’ CHE E’ ESTRANEO ALLA NORMALE FISIOLOGIA DELL’ORGANISMO.

 AGENTI FISICI        Radiazioni, variazioni estreme della temperatura, traumi, correnti elettriche   , corpi estranei inerti, campi elettromagnetici. 

 AGENTI CHIMICI          Numerosi, di natura endogena ed esogena, sia naturali che artificiali.

 AGENTI PATOLOGICI    Tutti gli agenti infettanti  ( virus, batteri,  miceti, protozoi,

       VIVENTI:                    ecc.

       NON VIVENTI:         Tutti  i  prodotti  elaborati  dai  vari  tipi  di  agenti viventi

                                            (eso – endo – tossine,  enzimi)  tossine  animali  e vegetali, 

                                             complessi immuni, molecole diventate estranee in seguito

                                             a processi degenerativi e necrotici,  cells eterologhe, cells

                                             anomale.

 Cardine della Medicina Naturale e dell’omotossicologia in particolare, è che la causa principale delle Malattie sia la presenza nell’organismo di “Sostanze indesiderate”, di Tossine che lo ingombrano e lo avvelenano e che la malattia di fatto rappresenti gli sforzi fatti dall’organismo per espellere questo materiale malsano e ristabilire l’equilibrio di base, essenziale per la salute.

Il nostro organismo in effetti non può funzionare bene se contiene “scorie o tossine”che avvelenano il sangue ed ingombrano gli organi e i tessuti, cerca pertanto di liberarsene anche tramite le cosiddette CRISI di ELIMINAZIONE: vomito – diarrea – tosse – espettorazione – sudorazione profusa (che pertanto non andrebbero soppresse ma soltanto modulate), ma a causa del nostro genere di vita (superalimentazione – stress) non vi riesce mai completamente , pertanto le tossine si accumulano portando come logica conseguenza alla malattia che quindi di per se è un evento positivo, in quanto espressione di una lotta che l’organismo ingaggia verso tossine esogene ed endogene con possibilità di vincere o di soccombere (è qui importante l’aiuto del medico con omeoterapici). Possiamo così paragonare la malattia ad un iceberg la cui parte visibile o emersa costituisce la sintomalogia e la parte sommersa o nascosta, ben più estesa e importante costituisce il  terreno (sangue – linfa fluidi cellulari ed extracellulari) sovraccarico ed inquinato di tossine .

E’ chiaro che non potrà esserci guarigione totale e definitiva se non si ripulisce anche il terreno.

Il sovraccarico tossinico del terreno viene a costituire così la causa unica e comune di tutti i processi patologici.

  • Anche in quelle malattie in cui entrano in gioco i germi infatti si può ipotizzare un’intossicazione degli organi e del terreno che ne favorisce l’insediamento.

  • Anche nelle malattie carenziali (es. Avitaminosi e carenze di oligoelementi), spesso è l’ingombro tossinico degli umori, ossia dei liquidi organici che ne blocca l’utilizzo da parte delle cellule.             

 

Ma fortunatamente esistono organi addetti alla ripulitura e al drenaggio dell’organismo: emuntori fisiologici costituiti in ordine di importanza da fegato – intestino – reni – pelle – polmoni, i quali già attivati dalla “forza vitale autoguaritrice”  dell’organismo, possono ulteriormente essere stimolati da presidi dietetico – igienici o specifici trattamenti omeoterapici. E’ questa l’essenza del drenaggio che viene a costituire anche un eccellente mezzo di prevenzione oltre che terapeutico verso le omotossine.

In caso di necessità, di emergenza, l’organismo può attivare anche degli EMUNTORI ARTIFICIALI O SUPPLEMENTARI: emorroidi – fistole – ulcere ecc. per fronteggiare la marea di scorie, oppure talvolta le può convogliare da un emuntorio bloccato o intasato ad un altro; questo fenomeno viene definito VICARIAZIONE o TRANSFERT MORBOSO.

In questi casi la malattia scompare per essere sostituita da una nuova, che però di nuovo ha  solo il nome e la sintomalogia.

L’alternarsi di una crisi di eczema e di una crisi di asma è un esempio vistoso e ben noto di Vicariazione.

Non appena poi l’asma sia rientrata a seguito di un trattamento repressivo (cortisonici ecc.) le tossine vengono convogliate verso l’emuntorio cutaneo dove si manifestano sotto forma di eczema. Continuando le terapie soppressive convoglieremo verso l’interno nuovamente le tossine e se i polmoni intasati e in preda all’asma non riusciranno ad espellerle si correrà il rischio (in accordo con l’omotossicologia) di un ‘impregnazione profonda dei tessuti connettivi e quindi del sistema immunitario con la comparsa di gravi patologie ad impegno cellulare (sclerosi – tumori).

L’inquinamento del nostro organismo (del terreno) ad opera di tossine di scorie, può dipendere:

  1. sia dalla penetrazione di sostanze tossiche, di veleni esogeni “INTOSSICAZIONE” per es. medicinali – gas tossici – conservanti – insetticidi ecc.

  2. sia dall’accumulo di sostanze endogene “INTOSSINAZIONE”. Le tossine endogene sono costituite da sostanze di rifiuto di provenienza sia metabolica che dall’usura dei tessuti.

 Esistono 2 tipi di tossine endogene : cristalli – mucine                                                           

  1. i CRISTALLI (solubili nei liquidi org. provengono dal metabolismo delle proteine o da un  eccesso di cibi acidi vengono drenati da reni e ghiandole sudoripare difficilmente “scolano”, provocano cioè suppurazioni e catarri. L’acido urico e l’urea fanno parte di questo gruppo. Danno luogo a malattie dolorose come Reumatismi – Calcolosi – Nevriti – Eczemi secchi ecc.

  2. le MUCINE (sostanze colloidali non solubili nei liquidi organici drenate soprattutto da fegato – intestino – ghiandole sebacee – “scolano” facilmente dando luogo a malattie non dolorose e catarrali : asma – bronchiti – sinusiti – eczemi umidi – acne ecc. – derivano da una alimentazione troppo ricca di carboidrati e grassi.

Essendo la combustione degli alimenti la principale fonte delle tossine endogene, si capisce l’importanza della DIETA come terapia di sostegno per trattamenti omeoterapici ed omotossicologici.

-Finchè l’introito alimentare è proporzionale alle nostre capacità digestive, metaboliche, ed eliminatici, non ci sarà accumulo di tossine e quindi malattia;

– se viceversa l’alimentazione è eccessiv, il nostro organismo si troverà in presenza di sostanze di cui non saprà cosa fare e andrà incontro oltre che ad obesità     ad intossicazione.

– Oltre che ad un eccesso alimentare totale, l’intossinazione può essere legata ad eccessi alimentari relativi (assai frequente oggi è l’intossinazione da scorie proteiche – cioè da CRISTALLI).

Nel caso dell’intossinazione da Cristalli  sarà essenzialmente una dieta ipo o aproteica con abbondante apporto idrico.


icona-pdf-download-150x150Drenaggio – Scarica il documento completo in Pdf –>> Drenaggio

Permalink link a questo articolo: http://www.studiomedicofarese.it/drenaggio/