«

»

nov 27 2014

Stampa Articolo

Considerazioni bioenergetiche

News_Studio_Medico_FareseSe in accordo con la “Teoria della Relatività” di Einstein consideriamo che MATERIA ed ENERGIA si equivalgono (E = M · C²) differenziandosi solo per una diversa energia cinetica molecolare, tal che accelerandosi quest’ultima, la materia tende a dissolversi in energia e rallentandosi quest’ultima l’energia tende a condensarsi in materia e se, in accordo con la “Teoria Energetica” del pensiero taoista-cinese, definiamo YANG l’ENERGIA e INN la MATERIA, possiamo considerare e definire la Vita di un essere vivente e quindi anche dell’uomo come passaggio graduale dal “  massimo  dello Jang” o  ENERGIA, coincidente con il CONCEPIMENTO o unione dei gameti paterni e materni (spermatozoo-uovo), al “massimo dello INN” o MATERIA coincidente con la MORTE.

Dopodiché in accordo con la “legge dei mutamenti” del “Bipolarismo” della “ciclica alternanza” (dopo il buio viene la luce – dopo la notte viene il giorno ecc… dopo il massimo dello INN viene lo JANG) il ciclo vitale potrà e/o dovra anche ricominciare (TEORIA della REINCARNAZIONE).

Naturalmente il ciclo vitale, questo passaggio incessante e irreversibile, potrà essere più o meno rapido e graduale, influenzato da diverse variabili energetiche.

Prima tra tutte l’ENERGIA POTENZIALE o ANCESTRALE tramandataci dagli avi e dai genitori tramite il codice genetico del DNA; poi tutta una vasta serie di altre “VARIABILI ENERGETICHE INTERNE o ESTERNE”, “CELESTI” o “TERRESTRI” (UOMO sospeso tra cielo e terra, condensatore energetico di diverse frequenze, luce, calore, radiazioni ionizzanti, campi magnetici ecc…), POSITIVE ( rallentanti la trasformazione) o NEGATIVE (acceleranti la trasformazione), queste ultime coincidenti con le ENERGIE PERVERSEVENTO o FONG della “Medicina Tradizionale Cinese” .

Queste energie o variabili energetiche, positive o negative che penetrano e pervadono l’organismo secondo “l’ENERGETICA CINESE” dai “PUNTI TING” (iniziali o terminali dei meridiani) situati nelle mani e nei piedi, e secondo la “Medicina AYURVEDICA – Indiana” dai “Chakras” o “VORTICI ENERGETICI”, vengono metabolizzate e assimilate negli organi interni, negli apparati e nei sistemi prevalentemente controllati dal “PLESSO SOLARE”, vale a dire “Apparato cardio-circolatorio, Apparato Respiratorio, Apparato digerente, Apparato escretore urinario”.

E’ in definitiva la risultante di una somma algebrica di tante variabili energetiche, che definisce la lunghezza e la qualità della vita, quale incessante e irreversibile percorso da un massimo di YANG ad un massimo di INN.

Appare quindi evidente che un’igiene di vita, una sana alimentazione e semplici tecniche come la “ginnastica respiratoria” (attivazione del sistema cardio-circolatorio-respiratorio) possono a lungo termine influenzare positivamente questa trasformazione YANG-INN prolungando e migliorando la vita.

Permalink link a questo articolo: http://www.studiomedicofarese.it/considerazioni-bioenergetiche/